Il caldo insopportabile

Posted on Gen 4, 2017 |

Share Button

Il caldo insopportabile è stata la vera difficoltà di quella che sembrava essere sì una tappa lunga ma non eccessivamente visto le alte velocità con la quale molti equipaggi hanno affrontato la giornata.

Caldo, polvere ma anche tratti fangosi. Se poi ci aggiungiamo un tasso di umidità altissimo e il fatto che sia dedicata la notizia di apertura di tutti i telegiornali locali, la cosa non è normale.

La Panda ha tenuto botta lungo tutto il percorso ma Giulio ed Antonio quasi rimpiangono il freddo dei risvegli in Libia e Marocco.

Stage 2

“La tappa è stata davvero un calvario” queste le parole di Giulio appena arrivato al traguardo ieri sera.
Al bivacco PanDAKAR ci si chiede quando si salirà in quota perchè questo caldo davvero sta diventando eccessivo.

Ieri anche la popolazione locale, che era in speciale per vedere il passaggio dei concorrenti, cercava refrigerio immergendosi nei piccoli torrenti. I più originali, per non farsi mancare nulla, avevano allestito addirittura il gazebo.

Oggi si inizia a salire in quota con cambi drastici di paesaggio con l’arrivo a San Salvador de Jujuy.

Avanti tutta PanDAKAR!

Share Button